Elevator EXP/PSU1

ECCELLENZA SONORA

  • Silver
    €852,00

Specifiche Tecniche

Elevator EXP ti offre un suono privo di ronzii, bassi più puri, maggiore definizione e molto altro ancora della tua musica.

All’inizio si acquistava un trasformatore step up (S.U.T.) per poter utilizzare una cartuccia a bobina mobile. Ma hanno canticchiato e fatto cose strane al basso. Elevator EXP cambia tutto questo.

Elevator EXP viene fornito con l’alimentatore PSU1 e una scelta di tensioni e spine di alimentazione.
Crea il tuo amplificatore stereo phono MM con bobina mobile
Elevator EXP è progettato per incrementare il minuscolo segnale della bobina mobile al livello del magnete mobile di un ingresso amplificatore phono hi-fi.

Mentre alcune cartucce a bobina mobile danno felicemente il meglio con un carico di 100 Ω, altre possono essere abbastanza particolari.

Anziché armeggiare con collegamenti o interruttori DIP, Elevator EXP offre tutte le sue opzioni di caricamento in primo piano, proprio lì sul pannello frontale – rendendo facile ottenere il suono giusto.

Le differenze tra Elevator EXP e S.U.T.s

Parte 1: il ronzio

Per cominciare, Elevator EXP non ronza. I trasformatori lo fanno. Per essere corretti, il trasformatore stesso non ronza, ma i campi magnetici circostanti vengono facilmente indotti in esso.

Questi campi magnetici sono prevalentemente alimentati dalla rete. Esistono numerose fonti di ronzio tra cui tutte le apparecchiature alimentate dalla rete, i prodotti alimentati dalla rete circostante e persino il cablaggio che vedi e il cablaggio della casa che non vedi – tutti che emettono campi magnetici in quantità diverse.

Il SUT, essendo un trasformatore, è influenzato da tutti. Il risultato è ronzio. Non importa quanto sia ben schermato il suo caso o quanto bene lo posizioni attentamente, nella maggior parte dei casi non ha molto successo.

Elevator EXP è un amplificatore: non contiene un trasformatore, quindi è più difficile indurre il ronzio in esso.

Parte 2: cose strane da fare con il basso

Le frequenze basse sono le frequenze audio più basse, al di sotto delle quali tutto diventa DC o corrente continua. DC non commuta da positivo a negativo – non “cicla” – quindi non può essere trasformato. Le basse frequenze basse verso un trasformatore si muovono così lentamente che sono “quasi DC”, di conseguenza i trasformatori distorcono soprattutto le basse frequenze.

Tutti i tipi di trucchi e regolazioni sono impiegati per ridurre questa distorsione – molti includono l’uso di metalli costosi e tecniche di avvolgimento ad alta intensità di manodopera nel tentativo di superare la distorsione dei bassi. Ecco perché i buoni S.U.T. sono così costosi.

Ma la distorsione non viene mai veramente superata e al posto dei bassi dettagliati, tutto ciò che il trasformatore può davvero fare è “sfumare” il suono. Potresti aver sentito la gente riferirsi al basso che ottengono come un “suono liscio e cioccolatoso”? Suppongo sia simile al fondente …

L’elettronica di Elevator EXP, tuttavia, non provoca in alcun modo vicino a tali livelli di distorsione, quindi tutti i dettagli dei bassi – la stratificazione e il timbro (il suono caratteristico di uno strumento o voce) sono lì per essere ascoltati e goduti.

Parte 3: “furto del segnale”

Tutti i trasformatori richiedono corrente di eccitazione prima di passare qualsiasi segnale. Dove pensi che la S.U.T. riceve corrente di eccitazione da?

Ha un alimentatore? No. Quindi ovviamente usa parte del segnale come corrente di eccitazione.

Sarebbe OK, ma per il fatto che le cartucce magnetiche non hanno una risposta lineare: i loro bassi sono molto più deboli degli alti, e quindi molto di più viene “rubato” dai bassi.

Questo è il motivo per cui vedrai spesso componenti aggiuntivi all’interno dell’involucro di un sistema S.U.T., utilizzati per raddrizzare la risposta in frequenza.

Credo che ormai sarai d’accordo sul fatto che l’amplificatore step-up Elevator EXP sia l’opzione migliore.

Cartucce adatte
Bobina mobile a bassa uscita (MC) con uscita nella regione di 0,15 – 0,8 mV (rif 1kHz a 5 cm / sec)

Elevator EXP deve essere sempre utilizzato tra la cartuccia e un ingresso di sensibilità del magnete mobile. Non deve mai essere usato ‘post EQ’ – dopo il preamplificatore phono a magnete mobile.

DOWNLOAD

Clicca sull’immagine per scaricare
Manuali, Brochure, Infografiche

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Elevator EXP/PSU1”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *